L'idraulico a Torino

Perdite di acqua nel vostro water

Molto spesso accade purtroppo, che l’acqua del water continua a scorrere ininterrotta e oltre ad essere uno spreco di risorse, disturba anche il nostro sonno.
Con la nostra pluriennale esperienza torinese nel campo dell’idraulica, vi spiegheremo qui di seguito poche, semplici regole da seguire passo passo per risolvere il problema.

Quello che bisogna subito fare è chiudere il rubinetto a squadro e attendere 10/15 minuti.
Una volta interrotto il flusso d’acqua, se il livello nel catis si è stabilizzato vi concentrerete sul rubinetto ad azione galleggiante. Se invece rimane poca acqua nella cassetta, o non ne rimane affatto, vi concentrerete sul tampone del sifone catis.

Rubinetto ad azione galleggiante

Quando si è riscontrato che il problema risiede nel rubinetto ad azione galleggiante, ogni idraulico torinese che si rispetti controllerebbe la guarnizione. Se questa risultasse compressa, basterebbe piegare leggermente l’asta del galleggiante verso il basso, assicurandosi che il livello dell’acqua non sia superiore alla curva interna del sifone. Tenete presente che il livello ottimale dell’acqua è di 2cm.

Se nonostante questa regolazione, l’acqua continua a scendere nel catis, significa vostro malgrado, che la guarnizione di chiusura del rubinetto ad azione galleggiante si è rotta e quindi va sostituito l’intero rubinetto.

Sostituzione rubinetto ad azione galleggiante

Innanzitutto è bene assicurarsi che il rubinetto a squadro sia chiuso; noi generalmente consigliamo di chiudere anche quello generale per maggiore sicurezza.
Effettuata quest’operazione, prendere una chiave da 17mm e svitare il dado che raccorda il rubinetto a squadro con quello ad azione galleggiante.
Adesso, prendere una chiave da 22mm e svitare il dado che assicura il rubinetto ad azione galleggiante alla casetta. Per montare il rubinetto nuovo basta ripetere le operazioni in senso inverso, quindi assicurando il rubinetto prima alla cassetta e poi raccordandolo al rubinetto a squadro. Quest’operazione è davvero molto semplice e veloce anche per chi non è un idraulico.
Fatto ciò basta regolare il livello dell’acqua come spiegato poc’anzi, abbassando quindi l’asta del galleggiante.

Tampone del sifone catis

Nel caso in cui il problema risiedesse invece nel tampone del sifone catis, l’unica operazione possibile è la sostituzione. Chiudere anche qui il rubinetto a squadro, alzare il tampone di chiusura dall’alloggio, bloccare l’asta di supporto con una pinza e svitare il tampone con le mani o se non riuscite con un’altra pinza.
Una volta rimosso il tampone, potete inserire quello nuovo mediante medesime operazioni, quindi avvitandolo al sifone e rimettendo poi l’asta a contatto con lo stesso.
Qualora non riusciste nelle operazioni qui descritte o semplicemente foste sprovvisti di utensileria idraulica e non voleste acquistarla, vi invitiamo a contattarci al nostro numero della sede a Torino per fissare un appuntamento o chiedere ulteriori informazioni.

L'accesso o l'utilizzo di questo sito è subordinato all'accettazione dell'Uso dei Cookie per migliorare l'esperienza di navigazione